​Sospensione finanziamenti credito al consumo in caso di situazione di temporanea difficoltà economica.

Il Governo, con Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 non ha previsto norme di garanzia o di moratoria dei ratei per i risparmiatori/consumatori che hanno fatto ricorso a forme di credito al consumo.

In attesa che venga emanato un nuovo decreto che colmi tali lacune, BCC CreditoConsumo, per sostenere le famiglie in tempi rapidi, ha predisposto una specifica iniziativa per garantire la sospensione delle rate dei finanziamenti.

SERVIZI OGGETTO DELLE MISURE

I Servizi oggetto della misura di sostegno per soggetti privati (persone fisiche) sono i seguenti:

  • Prestiti Personali
  • Conto FRI

Per questi finanziamenti è prevista la sospensione, per un periodo di massimo 3 mesi dell'intera rata, comprensiva sia di quota capitale sia di quota interessi.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare della misura i Clienti che non presentino rate in mora al 29 febbraio 2020 e che si trovino in una situazione di oggettiva difficoltà, a causa dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, nell'assolvere agli obblighi contrattuali derivanti dal finanziamento in corso a causa di:

  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato;
  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato;
  • sospensione del lavoro o riduzione dell'orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni (art. 26, DL 9/2020);
  • cessazione dei rapporti di lavoro parasubordinato o di rappresentanza commerciale o di agenzia;
  • morte, riconoscimento di grave handicap ovvero di invalidità civile non inferiore all'80%;
  • per lavoratori autonomi o liberi professionisti, un calo del proprio fatturato superiore al 33% rispetto all'ultimo trimestre 2019, in ragione del grave disagio economico.

MODALITÀ DI ACCESSO

BCC CreditoConsumo ha previsto un iter istruttorio per la valutazione della sospensione estremamente snello. È sufficiente: